COSÌ IERI…

LIDO 73 – 61 CASTEO

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

TdS2018_LIDO

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

TdS2018_CASTEO

Forse, per la prima volta negli ultimi anni, non ci si aspettava questa partenza da parte dei lidensi, date le assenze e i trasferimenti avvenuti nell’ultimo anno. Eppure eccoli lì, di nuovo a spadroneggiare su e giù per il campo fiaccando una Casteo apparsa molto al di sotto delle proprie potenzialità, in cui l’equilibrio tra titolari e panchina non è apparso ideale e l’energia profusa nell’arco dei quaranta minuti non è stata sufficiente ad arginare i furori lidensi. Se Casteo non fa la Casteo in termini di agonismo e voglia di vincere, c’è poco da giocare.
Match chiuso ad inizio terzo quarto, quando dopo un’apparente resistenza da parte dei rossi, i ragazzi Sao hanno fatto il buio in difesa, lasciando a secco gli avversari e sfruttando i loro pigri rientri difensivi.
Per il Lido una pienissima promozione, visto il roster comunque rimaneggiato, e note più che positive da parte dei giovanissimi, mentre Castello è chiamata già oggi a vender cara la pelle contro Dorsoduro, pena un terzo posto che vorrebbe dire spareggi molto duri.

TABELLINI
LIDO: Rosada 7, Cosma 9, Stefani 7, Capitanio 3, Seno F. 4, Seno G. 6, Pellegrinotti 3, Serena 7, Costantini 6, Saoner 7, Ragazzi 14.
All.: Giulietti.

CASTEO: Seggi 7, Calzolari 2, Donadon 17, Nardo 11, Dei Rossi 4, Venturini 2, Antonello 2, Camin, Marella, Vianello G. 4, Vianello N. 5, Zavagno 7.
All.: Dei Rossi. Vice all.: Scarpa.

 

 

CANNAREGIO 35 – 46 SANTA CROCE/SAN POLO

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

TdS2018_SXSP

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

TdS2018_CANNAREGIO

Dal piatto forte della prima giornata di Torneo ci si aspettava decisamente qualche cosa di più in termini di spettacolo. Ma si sa, quando c’è tanto in gioco – in primo luogo un segnale da dare alle dirette concorrenti – non c’è spazio per gli orpelli, quanto più per gomiti e difesa.
Così è stata la sfida tra due delle favorite alla vigilia della manifestazione, impreziosita per lo meno da una rimonta pazientemente operata dai grigi ai danni dei cannaregiotti, forse convinti di aver già messo la vittoria in saccoccia dopo aver tenuto gli avversari a soli 14 punti segnati nei primi 20′ di gioco. Alla ripresa è però cambiato tutto: qualche aggiustamento difensivo, unito ad una maggior insistenza nella ricerca di rifornimenti in post basso, hanno permesso a Santa Croce/San Polo di ricucire lo strappo e portarsi avanti lasciando a Cannaregio le briciole in attacco. Il parziale è stato eloquente, con un secondo tempo da 32-11 e l’impressione che, comunque, entrambe le squadre debbano aggiustare il tiro in vista del prosieguo del torneo.
Per Cannaregio, dopo le difficoltà incontrate nel primo match, forse anche dovute al grande numero di innesti rispetto alla squadra della scorsa edizione, spetta la sfida contro l’Impero del Male di questa sera, facendo attenzione all’orgoglio dei Muranesi freschi di prima partita.
Di certo servirà più di quanto visto ieri.

TABELLINI
CANNAREGIO: Battistin, Rosada 3, Gaiatto 4, Mazzarolo 2, Contin, Ragazzi 2, Toffolo, Costantini 4, Albano 2, Frison 12, Scarpa 6, Pedron.
All.: Andreutto. Vice All.: Giacometti.

SANTA CROCE/SAN POLO: Freguja 8, Costa 3, Michieli, Musco 3, Burigana, Pistolato, De Rossi, Muner, Perricone 5, Sartor 3, Fontanella 8, Lenti Ceo 16.
All.: Grassetti. Vice all.: Costa.

Annunci

I ROSTER

 

 

Dopo qualche aggiustamento, presentiamo finalmente i roster dei sei Sestieri che si sfideranno in questa settimana al pattinodromo!

 

GIRONE “GAZETIN”

CASTEO

Marco Donadon
Nicolò Zavagno
Nicolò Vianello
Gianluca Vianello
Federico Marella
Marco Seggi
Tommaso Dei Rossi
Giulio Nardo
Gianluigi Venturini
Piero Antonello
Riccardo Calzolari
Alvise Camin

Allenatore: Roberto Dei Rossi
Vice allenatore: Emanuele Scarpa

 

LIDO

Simone Rosada
Giulio Saoner
Gianmarco Cosma
Giovanni Ragazzi
Claudio Costantini
Gabriele Masutti
Giacomo Seno
Ferdinando Seno
Giacomo Capitanio
Joshua Pellegrinotti
Marco Serena
Yuri Stefani

Allenatore: Matteo Giulietti

 

DORSODURO

Simone Conz
Orso Panaccione
Jacopo Righetti
Paolo Vavasori
Alessandro Carrettin
Jacopo Indri
Giacomo Zanetti
Alvise Marzollo
Alberto Valentini
Carlo Salmaso
Nicolò Zamattio
Matteo Farnea

Allenatore: Jacopo Epis

 

GIRONE “NOVA VENEXIA”

CANNAREGIO

Marco Rosada
Giacomo Frison
Nicolò Scarpa
Alvise Pedron
Federico Mazzarolo
Federico Gaiatto
Mattia Battistin
Nicolò Toffolo
Matteo Albano
Lorenzo Costantini
Alessandro Ragazzi
Filippo Contin

Allenatore: Cristian Andreutto
Vice allenatore: Filippo Giacometti

 

SANTA CROXE/SAN POLO

Giovanni Costa
Nicolò De Rossi
Luca Lenti Ceo
Jacopo Freguja
Gregorio Fontanella
Kristian Sartor
Alessandro Perricone
Edoardo Musco
Marzio Burigana
Manfredi Michieli
Giacomo Pistolato
Lorenzo Muner

Allenatore: Sebastiano Grassetti
Vice allenatore: Giacomo Costa

 

SAN MARCO/MURANO

Marcello Zane
Michele Tosi
Enrico Pasin
Matteo Seno
Aldo Boscolo
Filippo Boscolo
Tommaso Bettoni
Marco Tagliapietra
Filippo Cavalli
Edoardo Marella
Alberto Capitanio
Marco Folin

Allenatore: Lorenzo Torcellan

Gara Tiro da 3 Punti!

Come ogni anno uno degli eventi più attesi! Leggete e arrivate preparati!!!!

Oscar

La nuova formula della gara del tiro da 3 punti sarà così strutturata:

  1. Numero massimo di partecipanti: 64

  2. La gara è divisa in una sola fase:

Eliminazione diretta (punti/tempo). Partecipano tutti i 64 iscritti;

  1. Tutte le gare, ad eccezione della finale e semifinale, saranno disputate con la seguente modalità:

    • 10 palloni distribuiti per 2 su 5 posizioni.

    • Tempo massimo 30 secondi

    • Ogni canestro vale 1 punto

    • Contano i punti ed a parità di punti il tempo in cui verrà terminata l’esecuzione.

  2. La semifinale e la finale saranno disputate con le seguenti modalità:

    • 15 palloni distribuiti per 3 su 5 posizioni

    • Tempo massimo 45 secondi

    • I canestri valgono 1 punto ad eccezione del 3° tiro per ogni posizione che vale 2

    • Contano i punti ed a parità di punti si procederà ad uno spareggio (1 tiro x posizione)

  1. La fase ad eliminazione diretta verrà svolta durante gli intervalli delle partite di GIOVEDI’ – VENERDI’ – SABATO; nel seguente modo:

GIOVEDI’: 32ESIMI DI FINALE (DA 64 A 32 PARTECIPANTI)

i. 1° TURNO PARTE SX del TABELLONE: nell’ intervallo della PRIMA partita orario stimato 20:30 (sono 16 gare per un tempo stimato di 6 minuti)

ii. 1° TURNO PARTE DX del TABELLONE: nell’intervallo della seconda partita orario stimato 22:00 (sempre 16 gare per circa 6 minuti)

VENERDI: SEDICESIMI E OTTAVI DI FINALE (DA 32 A 8 PARTECIPANTI)

i. 2° TURNO – SEDICESIMI DI FINALE TABELLONE INTERO: (DA 32 A 16)

Nell’ intervallo della PRIMA partita orario stimato 20:30 si giocheranno i SEDICESIMI DI FINALE (sono 16 gare per un tempo stimato di 6 minuti)

ii. 3° TURNO – OTTAVI DI FINALE TABELLONE INTERO: (DA 16 A 8)

Nell’ intervallo della SECONDA partita orario stimato 22:00 si giocheranno gli OTTAVI DI FINALE (sono 8 gare per un tempo stimato di 6 minuti)

SABATO: QUARTI DI FINALE – SEMIFINALE – FINALE

Durante l’intervallo della Finale del Torneo dei Sestieri (circa ore 21.45) verranno disputati QUARTI DI FINALE – SEMIFINALE – FINALE (7 gare per un tempo stimato di 8 minuti).

  1. Per iscriversi alla Gara del Tiro da 3PT quest’anno sarò necessario presentarsi allo stand gadget: ad ogni iscritto, contestualmente al pagamento (10€) e al ritiro della maglia, verrà assegnato un numero (pescato tra i 64) che corrisponderà alla posizione nel tabellone. Il numero non avrà nessuna valenza se non quella di decidere la griglia iniziale.

Cosa cambia dal 2017:

  • I posti si riducono da 96 a 64, non ci saranno più eliminatorie ma si entra direttamente nel tabellone finale;
  • L’iscrizione viene fatta solo in loco con estrazione numero di riferimento;
  • La Gara dei 3PT comincia dal Giovedì e non più dalla Domenica;
  • Chi passa i SEDICESIMI DI FINALE Venerdì (intervallo 1° partita), dovrà disputare gli OTTAVI DI FINALE sempre nella giornata di Venerdì (intervallo 2° partita);
  • Sabato 7 luglio ci saranno QUARTI – SEMIFINALI E FINALE durante l’intervallo della Finale TDS (circa 21.45)

PREMI:

1° CLASSIFICATO – Buono Amazon 150€

2° CLASSIFICATO – Buono Amazon 50€

3° e 4° CLASSIFICATO – Buono Amazon 25€

 

CONCORSO FOTOGRAFICO “Professione Reporter” LEONARDO COSTA – Edizione 2018

Come da tradizione, il Torneo dei Sestieri va oltre al campo di gioco, riconoscendo ogni genere di passione attinente al nostro sport preferito.
Il concorso fotografico “Professione Reporter”, in memoria del grande amico del TdS LEONARDO COSTA, premia il miglior scatto della settimana, realizzato da chiunque transiti per il Pattinodromo e posti sulla pagina facebook del torneo la sua foto, sia essa di gioco o di ‘clima sestieri’.

Quest’anno la vincitrice o il vincitore verrà premiata/o con una cena per due persone all’elegante Trattoria ‘Da Ignazio’, in pieno centro storico veneziano!

Di seguito il regolamento ufficiale, con l’invito a tutti a partecipare al concorso!

 

CONCORSO FOTOGRAFICO Leo Costa 2018-1

#EnjoyRespectTdS

Carissimi amici del torneo più fico del mondo,
mi permetto di scrivere due righe a 15 giorni circa dall’inizio dei giochi.
Sono stato un giocatore intenso, istrionico, coriaceo ma soprattutto nettissimo. Nel 2006 ho giocato la mia prima edizione del Torneo. Il nostro team vantava 7 giocatori. Coach Greco si innamorò della mia simpatia e conobbi Kristian Sartor esordendo con una frase easy: “Tu che sei alto pensa ai rimbalzi e passami il pallone”. Ridemmo come pazzi e arrivammo terzi. Un successo strepitoso.
Per alcuni anni ho avuto l’onore di rappresentare Santa Croce e San Polo come Capo Sestiere (alzando coppa e mortadella da campione del 2009 ndr).
Nel 2013 sono entrato nel Comitato Organizzatore del TdS. Decisi di passare il testimone all’attuale Capo Sestiere Lorenzo Muner (mai scelta fu più azzeccata) per evitare ogni tipo di commistione o conflitto d’interessi. Da quell’anno mi batto affinché il regolamento venga rispettato. L’affare Pasin (che non giocò l’edizione di un paio di anni fa ndr) fu il punto più basso toccato da tutti noi membri del Comitato.
Finalmente quest’anno si è deciso di rendere attuativo un regolamento nuovo nella forma ma vecchio nei contenuti e nella sostanza. Le linee guida sono le stesse che da sempre ci hanno contraddistinto. Nel Torneo devono giocare i veneziani e devono giocare nella squadra del Sestiere dove vivono. Semplicissimo.
Vi ricordate Sandrino Barbato? Anima e core di Dorsoduro? Minibruno?! Nel 2009 cambiò residenza per motivi di lavoro (precursore dei B&B) accettando a malincuore la mia convocazione. Finimmo per vincere il Torneo nonostante Alessandro tifasse per i canarini. Lui fu uomo di sport, ligio al regolamento. Tanti altri in questi anni hanno messo in scena il teatrino degli accordi sotto banco: “Dai non convocarmi così può chiamarmi il mio vecchio Sestiere!”.
Ebbene oggi, anno 2018, il Comitato ha votato all’unanimità il cambio di regolamento. Ricordo molto bene la votazione al Parlamento davanti a mille birre e in compagnia del nostro Attila. Eravamo una ventina dei circa trenta membri del Comitato. A proposito: “Ciao Attilio e va remengo, ti podevi spetar un altro fiantin prima de ‘ndar !!!

doc_dk_TDS18

Ormai vivo e risiedo a Cannaregio da due anni. Quest’anno il Dottor Caburlotto, centenario Capo Sestiere dei verdi, non ha potuto fare a meno del mio talento. Ieri sera ho svolto il mio primo allenamento a Cannaregio con Cannaregio. Se ci penso è una cosa pazzesca. Ero emozionato ma la cosa più bella è stata entrare in palestra e incontrare alcuni amici: Chris è il coach, Cabu è il Capo Sestiere. Poi ci sono Skansi, Pippo Giacometti, Mazza e Friz, un po’ di giovani, Alessandro Ragazzi, Paina, Pippo Contin, Marco Rosada e Nic Scarpa, Toffy e il Turco… In effetti non è stato poi così drammatico segnare qualche jumper in compagni dei miei amici. Cambia il colore, cambia il Sestiere ma la sostanza sarà sempre la stessa.
RISPETTATE IL REGOLAMENTO E VIVETE QUESTO TORNEO CON IL GIUSTO SPIRITO E LA CORRETTA GRADAZIONE E IDRATAZIONE – vi aspetto tutti al BarSao edizione 2k18

DK

E’ andata, o quasi.

La scena finale del TdS2017 sembra ispirarsi ai Vitelloni di Fellini con la tempesta che chiude la festa dell’estate. I ruoli dei più rappresentativi attori di allora per certi versi, anche dopo oltre 60 anni, sembrano cuciti addosso ai membri del comitato. Vedete voi a chi sembrano più vicini.
Ora come allora non è cambiato molto, chi beve, chi suona, chi balla, chi parla e basta,  chi scappa… Ci siamo tutti, e del resto si sa che la storia, anche banale, come l’elezione di una Miss di provincia o il torneo del campetto, immancabilmente si ripete.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Anche da noi la tempesta si è abbattuta facendo svolazzare avvisi, seggiole e locandine decretando la fine di un’edizione tanto intensa quanto controversa e soprattutto indicandoci la strada del tornatevene a casa, per quest’anno è finita.

Tra la sagra di Malamocco e i Sestieri, meglio  i Sestieri dove non si paga mai e se sta anca sentai, guardando i giovanotti correre su e giù per il campo. Ancora una volta abbiamo riempito la grande tribuna ma ci siamo scontrati con la “passività” di un pubblico, numeroso ma poco incline a partecipare attivamente e collaborare. In pochissimi hanno letto il Dai&Vai; molte sono state le copie intonse recuperate delle poche stampante. Lo sapevamo già ma ci abbiamo riprovato in quanto amanti di cocenti delusioni. Pochissimi poi hanno compilato il questionario. Solo 25 temerari, impietositi dai nostri sforzi. Rapportati alle oltre 1000 presenze registrate sabato, rappresentano una percentuale pressoché irrilevante. Anche per il concorso fotografico dedicato a Leonardo Costa, nonostante i bei premi distribuiti in questi anni e la sua natura social, è stata riscontrata una scarsa partecipazione. Il che è paradossale se consideriamo il mondo in cui viviamo,  sempre più social, e che 997 persone delle 1000 presenti al Pattinodromo possiede uno smartphone pronto per scattare una foto (tutti tranne Jacopo Epis, Simone Rauch e Andrea Burcovich). Altrettanto incomprensibile se pensiamo che gli iscritti al gruppo facebook del TorneodeiSestieri sono più di mille 1100. Probabilmente chi ci segue vuole solo vedere delle partite di pallacanestro senza tanti orpelli, così come accadeva alle prime edizioni del campetto, appoggiati ad un albero. Se financo il punto di riferimento della pallacanestro minore veneziana, probabilmente il più attivo e seguito utente FB del territorio veneziano, tra i suoi immancabili post quotidiani, non ha avuto un pensiero per i “suoi ragazzi neroverdi” e la sua più grande passione insieme al Milan, è sicuro che abbiamo iniziato a stancare.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Tutta questa premessa per dirvi che sono state aggiornate le sezioni ALBO D’ORO (chi avesse una foto della premiazione di Orso è pregato di inviarcela) e la sezione DAL CAMPO 2017 dove troverete Lato Forte e l’unico Dai&Vai del 2017 con il Xe Finia e il bel racconto de il Poltronauta.

sr

Continua a leggere

LA FINALE

tds_2017_finaliste-e1499596432614.jpg

TdS 2017: LIDO_vs_DD

DORSODURO – LIDO 58 – 61

DORSODURO: Panaccione 11, Crivellari 12, Valentini, Guerzoni, Salmaso, Conz 4, Zanetti, Vianello 15, Carrettin 4, Indri, Zavagno 6, Vavasori 6.

All: M. Guerrasio/J. Epis

LIDO: Masutti 2, Rosada S. 6, Cosma 10, Rosada M., Seno, Ragazzi A. 2, Murazzi 2, Pellegrinotti, Stefani, Capitanio, Saoner 16, Ragazzi G. 23.

All: M. Seno/M. Giulietti

Arbitri: De Rico, Vianello, Isigonis

Ancora Lido. Per il terzo anno consecutivo la finale fra Dorsoduro e i ragazzi in blu si conclude con la vittoria di questi ultimi. A differenza delle scorse edizioni però, ieri la battaglia è stata equilibratissima e tutti si è deciso in pratica sull’ultimo possesso, con i canarini che per 2 volte hanno avuto il possesso per poter passare in vantaggio a pochi secondi dal termine. MVP della Finale Giovanni Ragazzi, decisivo con le sue 3 triple consecutive nel terzo quarto.

RIVEDI L’AZIONE DECISIVA: