Martedì 02_7, le altre semifinaliste

E poi diteci che il Torneo è noioso e non succede mai nulla di diverso.
Se avete visto la prima partita di ieri è impossibile, impossibile non essere rimasti almeno un po’ sorpresi dal successo di San Marco/Murano. Partita maiuscola dei Neri, nell’ottica di una squadra che prima di tutto, per vincere, deve stare attaccata agli avversari fino al quarantesimo minuto. Ed ecco che i campioni in carica di Cannaregio, a differenza di quanto di buono fatto intravedere nella partita di esordio, hanno palesato la mancanza di quel killer instinct che permette di sbarazzarsi degli avversari quando se ne ha la possibilità, evitando di portarli fino alle battute finali, quando tutto diventa decisivo e la pressione è sulle spalle dei favoriti. Due triple, due difese, grande confusione dei verdi, e gli uomini di Torcellan hanno potuto alzare le mani al cielo: mai come quest’anno la semifinale era insperata, e mai come quest’anno vanno i nostri complimenti a questi ragazzi mai domi, capaci di spedire in tribuna anticipatamente i campioni in carica.
Nella seconda partita, invece, finalmente Casteo ha tirato fuori quel quid pluris necessario a fare la differenza. Sia chiaro, non hanno impressionato, il ritmo della partita è stato piuttosto basso e fino alle battute finali non sono riusciti a sbarazzarsi dell’Armata di Brancaleone e dei suoi fidi cavalieri in giallo; poi però la classe degli esterni Arsenalotti ha spento gli entusiasmi, con tre bombe in altrettanti minuti che hanno messo le ali ai rossi permettendogli di giocarsi la possibilità di sgambettare in semifinale Santa Croce/San Polo. Un grande applauso va però tributato a Dorsoduro, e in particolare a coach Ussardi; chi organizza il torneo sa quanta incertezza c’era fino a una manciata di giorni fa relativamente alla sola esistenza della squadra. Invece i 12 Canarini hanno regalato al pubblico due partite di grande cuore giocate alla pari con le compagne di girone, nelle quali la vittoria è sfuggita per evidente mancanza di energie, non certo per altri demeriti che davvero non gli sono imputabili. Un bene per il TdS di oggi e domani.
Ora, come sapete, ci gustiamo la pausa lunga di due giorni, fino alle semifinali del venerdì:
– ore 20.00 Lido – San Marco/Murano
– ore 21.30 Santa Croce/San Polo – Casteo.
Inutile dirvi che vedere il Pattinodromo pieno in questi giorni dei gironi (complice l’appassionante TdS Junior) ci inorgoglisce e ripaga degli sforzi profusi. Altrettanto inutile dirvi che da venerdì davvero non potete stare a casa, perché si fa sul serio e ogni partita può essere l’ultima per tutti.
Lo sanno bene le squadre sulla carta sfavorite (S.M./Murano e Casteo), che siamo certi saranno più che determinate, per usare un eufemismo, a sputare sangue e regalare un’altra sorpresa ai loro tifosi: le prime della classe sono avvisate…

The Leprechaun

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...