300 metri d’asfalto, dal Pattinodromo all’Agip, senza più il suo carezzevole sorriso.

title.png

Il blog del TdS, aggiornato nelle sezioni dal campo e foto 2018, non poteva non dedicare un pensiero all’assegnazione della prima edizione del premio Attila… oltre la Grinta!
Abbiamo aspettato qualche giorno per ricordare il nostro Attilio e il toccante momento in cui Christian Andreutto ha ricevuto la targa dalle mani di Claudio e Manuela.
Attilio ci ha lasciati poche settimane prima del Torneo dei Sestieri, del quale era diventato un punto di rifermento per l’organizzazione ricreativa. Su tutto l’impeccabile banchetto di fine torneo, dove portava la sua ultradecennale esperienza acquisita nel settore alberghiero d’alto livello. La festa finale per tutti, pubblico e giocatori. Tutti insieme sul campo del parco delle Quattro Fontane. 

basket4

Attila al tiro al campetto delle Quattro Fontane 

Proprio su quel campetto che più di 50 anni fa ospitava le prime giocate di un tenace giovane tutto coraggio e grinta, e negli ultimi anni ha visto Attila, vestire nuovamente i gradi del capitano, questa volta per dirigere una squadra di vecchie glorie nel disciplinare l’assalto al festoso party. Attilio quel campetto del Quattro Fontane ce l’aveva dentro, per questo ha aderito con entusiasmo al Comitato dedicando molto del suo tempo al Torneo dei Sestieri. Come ha scritto il suo fraterno amico Manuel Costantini  sul numero di LatoForte_2018, la pallacanestro, passione di una vita per entrambi, era diventata solo un pretesto per stare insieme. Per fare aggregazione, si direbbe. Così dal desiderio dei familiari e dei moltissimi amici di ricordarlo degnamente, è nata l’idea di assegnare un premio alla sua memoria. Il premio Attila … oltre la grinta! Un riconoscimento che non necessariamente riguardasse aspetti tecnici del gioco ma sintetizzasse la sua passione per il nostro sport con le sue qualità. Qualità che la cara Manu, meravigliosamente forte, ha elencato prima la premiazione: “Attilio verrà ricordato per la sua energia, per la capacità di aggregazione, per la passione per la pallacanestro, per l’amore per la sua famiglia e per l’amore verso gli amici. Questo è la sua eredità per tutti noi. Tutto ciò, oltre la grinta”. Quella grinta che lo caratterizzava quando giocava, fino a renderlo quasi mito per la generazione di cestisti veneziani dopo la sua.

SONY DSC

Attila e il suo sorriso coinvolgente

Una volta presa l’importante decisione che il premio non avrebbe coinvolto solo i 72 giocatori del TdS2018 ma tutto il movimento che ruota intorno al torneo di pallacanestro più seguito dai veneziani, il Comitato del TdS non ha avuto alcuna incertezza nell’individuare il meritevole vincitore di questa prima edizione in Christian Andreutto. La commozione dimostrata da Chriss e l’emozione provata da tutti coloro che hanno assistito alla consegna della targa, offerta dalla Ragazzi e C di Murano, hanno avvalorato ancor più l’eccellente decisione del Comitato del TdS. Oltre alla grinta, Christian ha tutte quelle caratteristiche elencate da Manuela e, come Attilio, preferisce il vino rosso alla birra.

Premio_Attila2018 (2200 x 1467)Chriss, Manu e Claudione con la targa del premio Attila … oltre la Grinta 2018

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...