COSÌ IERI…

pioggia

LIDO 55 – 42 DORSODURO

Eccola lì, la maledetta pioggia. Eccola lì a togliere a ventiquattro ragazzi il piacere di giocarsela fino in fondo, lasciando il match in sospeso e il punteggio schiavo del regolamento, che impedisce di proseguire un match dei gironi se sospeso nella seconda metà.
A dire il vero la strada sembrava segnata: Dorsoduro per la seconda volta in due giorni aveva dimostrato di potersela giocare con tutti, buttando il cuore oltre l’ostacolo e non risparmiandosi, ma il Lido era apparso ancor più compatto di quanto visto domenica dando l’impressione di essere l’unica forza assoluta del torneo, mettendo anche stavolta la freccia già nel primo quarto, senza girarsi indietro.
Peccato per quelle quattro gocce, non solo perché il BarSao non si può trasferire alla Olivi, ma anche perché i Canarini potevano provare un ultimo arrembaggio, magari sfruttando lo stesso appannamento che il Lido ha subìto nella gara di apertura contro Castello; sicuramente però gli orgogliosi dorsodurini non lasciano dormire sonni tranquilli a Santa Croce/San Polo, perché hanno energia da vendere e in uno spareggio tutto è possibile.
Al Lido invece, per ora, solo applausi.

TABELLINI
LIDO: Masutti 2, Rosada 16, Cosma 7, Stefani 5, Capitanio, Seno F. 2, Seno G. 5, Pellegrinotti 6, Serena, Costantini, Saoner 5, Ragazzi 7.
All.: Giulietti.
DORSODURO: Righetti 5, Salmaso, Valentini, Farnea 5, Marzollo, Conz 2, Zamattio 2, Zanetti 6, Panaccione 14, Indri, Vavasori 6, Carrettin 2.

 

SANTA CROCE/SAN POLO 59 – 65 SAN MARCO/MURANO

Alla faccia di chi ci diceva che questa edizione non sarebbe stata equilibrata, ecco che San Marco/Murano fa lo scherzo a una Santa Croce/San Polo veramente brutta, inceppata in attacco e vittima dell’aggressività dei muranesi.
Il tutto si è svolto nel forno della palestra Olivi, storicamente amico ai grigi, ma fin dall’inizio si è capito che la musica stavolta sarebbe stata diversa. Un match lungo, lunghissimo, interrotto continuamente dai mille fischi di una coppia arbitrale particolarmente fiscale da ambo le parti, fino a che la differenza di intensità e voglia di affermarsi tra le due compagini è emersa: a cavallo della metà San Marco/Murano ha segnato il passo, colpendo soprattutto con il tiro da fuori e, soprattutto, impedendo agli avversari di rifornire le torri sotto canestro.
Dopo le prestazioni delle prime due partite, va detto, ci si aspettava un finale diverso: San Marco/Murano, dopo aver perso nettamente contro una rivendicativa Cannaregio, ha mostrato la sua faccia migliore, con orgoglio e grinta pari a pochi, avendo la meglio su SX/SP che, al contrario di quanto avvenuto nella gara di apertura, si è sciolta nell’arco dei 48 minuti.
Al netto della differenza punti restano avanti i Grigi, che incontreranno Dorsoduro agli spareggi; da loro ci si aspetta una forte reazione, perché questa versione non impensierisce nessuno. Per quanto riguarda Murano, invece, non vorremmo davvero essere nei panni dei castellani che avranno a che fare con loro. Quanto visto nella caldissima Olivi potrebbe essere solo l’inizio…

TABELLINI
SANTA CROCE/SAN POLO: Freguja, Costa 7, Musco 7, Burigana 4, Pistolato, De Rossi 2, Muner, Perricone 11, Sartor 2, Fontanella 13, Lenti Ceo 10.
All.: Grassetti. Vice all.: Costa.
SAN MARCO/MURANO: Bettoni 6, Marella 2, Cavalli 1, Tagliapietra 8, Tosi 6, Boscolo A. 10, Zane 9, Boscolo F. 9, Pasin 4, Folin 6, Seno 4.
All.: Torcellan.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...