Gara Tiro da 3 Punti!

Come ogni anno uno degli eventi più attesi! Leggete e arrivate preparati!!!!

Oscar

La nuova formula della gara del tiro da 3 punti sarà così strutturata:

  1. Numero massimo di partecipanti: 64

  2. La gara è divisa in una sola fase:

Eliminazione diretta (punti/tempo). Partecipano tutti i 64 iscritti;

  1. Tutte le gare, ad eccezione della finale e semifinale, saranno disputate con la seguente modalità:

    • 10 palloni distribuiti per 2 su 5 posizioni.

    • Tempo massimo 30 secondi

    • Ogni canestro vale 1 punto

    • Contano i punti ed a parità di punti il tempo in cui verrà terminata l’esecuzione.

  2. La semifinale e la finale saranno disputate con le seguenti modalità:

    • 15 palloni distribuiti per 3 su 5 posizioni

    • Tempo massimo 45 secondi

    • I canestri valgono 1 punto ad eccezione del 3° tiro per ogni posizione che vale 2

    • Contano i punti ed a parità di punti si procederà ad uno spareggio (1 tiro x posizione)

  1. La fase ad eliminazione diretta verrà svolta durante gli intervalli delle partite di GIOVEDI’ – VENERDI’ – SABATO; nel seguente modo:

GIOVEDI’: 32ESIMI DI FINALE (DA 64 A 32 PARTECIPANTI)

i. 1° TURNO PARTE SX del TABELLONE: nell’ intervallo della PRIMA partita orario stimato 20:30 (sono 16 gare per un tempo stimato di 6 minuti)

ii. 1° TURNO PARTE DX del TABELLONE: nell’intervallo della seconda partita orario stimato 22:00 (sempre 16 gare per circa 6 minuti)

VENERDI: SEDICESIMI E OTTAVI DI FINALE (DA 32 A 8 PARTECIPANTI)

i. 2° TURNO – SEDICESIMI DI FINALE TABELLONE INTERO: (DA 32 A 16)

Nell’ intervallo della PRIMA partita orario stimato 20:30 si giocheranno i SEDICESIMI DI FINALE (sono 16 gare per un tempo stimato di 6 minuti)

ii. 3° TURNO – OTTAVI DI FINALE TABELLONE INTERO: (DA 16 A 8)

Nell’ intervallo della SECONDA partita orario stimato 22:00 si giocheranno gli OTTAVI DI FINALE (sono 8 gare per un tempo stimato di 6 minuti)

SABATO: QUARTI DI FINALE – SEMIFINALE – FINALE

Durante l’intervallo della Finale del Torneo dei Sestieri (circa ore 21.45) verranno disputati QUARTI DI FINALE – SEMIFINALE – FINALE (7 gare per un tempo stimato di 8 minuti).

  1. Per iscriversi alla Gara del Tiro da 3PT quest’anno sarò necessario presentarsi allo stand gadget: ad ogni iscritto, contestualmente al pagamento (10€) e al ritiro della maglia, verrà assegnato un numero (pescato tra i 64) che corrisponderà alla posizione nel tabellone. Il numero non avrà nessuna valenza se non quella di decidere la griglia iniziale.

Cosa cambia dal 2017:

  • I posti si riducono da 96 a 64, non ci saranno più eliminatorie ma si entra direttamente nel tabellone finale;
  • L’iscrizione viene fatta solo in loco con estrazione numero di riferimento;
  • La Gara dei 3PT comincia dal Giovedì e non più dalla Domenica;
  • Chi passa i SEDICESIMI DI FINALE Venerdì (intervallo 1° partita), dovrà disputare gli OTTAVI DI FINALE sempre nella giornata di Venerdì (intervallo 2° partita);
  • Sabato 7 luglio ci saranno QUARTI – SEMIFINALI E FINALE durante l’intervallo della Finale TDS (circa 21.45)

PREMI:

1° CLASSIFICATO – Buono Amazon 150€

2° CLASSIFICATO – Buono Amazon 50€

3° e 4° CLASSIFICATO – Buono Amazon 25€

 

Annunci

CONCORSO FOTOGRAFICO “Professione Reporter” LEONARDO COSTA – Edizione 2018

Come da tradizione, il Torneo dei Sestieri va oltre al campo di gioco, riconoscendo ogni genere di passione attinente al nostro sport preferito.
Il concorso fotografico “Professione Reporter”, in memoria del grande amico del TdS LEONARDO COSTA, premia il miglior scatto della settimana, realizzato da chiunque transiti per il Pattinodromo e posti sulla pagina facebook del torneo la sua foto, sia essa di gioco o di ‘clima sestieri’.

Quest’anno la vincitrice o il vincitore verrà premiata/o con una cena per due persone all’elegante Trattoria ‘Da Ignazio’, in pieno centro storico veneziano!

Di seguito il regolamento ufficiale, con l’invito a tutti a partecipare al concorso!

 

CONCORSO FOTOGRAFICO Leo Costa 2018-1

#EnjoyRespectTdS

Carissimi amici del torneo più fico del mondo,
mi permetto di scrivere due righe a 15 giorni circa dall’inizio dei giochi.
Sono stato un giocatore intenso, istrionico, coriaceo ma soprattutto nettissimo. Nel 2006 ho giocato la mia prima edizione del Torneo. Il nostro team vantava 7 giocatori. Coach Greco si innamorò della mia simpatia e conobbi Kristian Sartor esordendo con una frase easy: “Tu che sei alto pensa ai rimbalzi e passami il pallone”. Ridemmo come pazzi e arrivammo terzi. Un successo strepitoso.
Per alcuni anni ho avuto l’onore di rappresentare Santa Croce e San Polo come Capo Sestiere (alzando coppa e mortadella da campione del 2009 ndr).
Nel 2013 sono entrato nel Comitato Organizzatore del TdS. Decisi di passare il testimone all’attuale Capo Sestiere Lorenzo Muner (mai scelta fu più azzeccata) per evitare ogni tipo di commistione o conflitto d’interessi. Da quell’anno mi batto affinché il regolamento venga rispettato. L’affare Pasin (che non giocò l’edizione di un paio di anni fa ndr) fu il punto più basso toccato da tutti noi membri del Comitato.
Finalmente quest’anno si è deciso di rendere attuativo un regolamento nuovo nella forma ma vecchio nei contenuti e nella sostanza. Le linee guida sono le stesse che da sempre ci hanno contraddistinto. Nel Torneo devono giocare i veneziani e devono giocare nella squadra del Sestiere dove vivono. Semplicissimo.
Vi ricordate Sandrino Barbato? Anima e core di Dorsoduro? Minibruno?! Nel 2009 cambiò residenza per motivi di lavoro (precursore dei B&B) accettando a malincuore la mia convocazione. Finimmo per vincere il Torneo nonostante Alessandro tifasse per i canarini. Lui fu uomo di sport, ligio al regolamento. Tanti altri in questi anni hanno messo in scena il teatrino degli accordi sotto banco: “Dai non convocarmi così può chiamarmi il mio vecchio Sestiere!”.
Ebbene oggi, anno 2018, il Comitato ha votato all’unanimità il cambio di regolamento. Ricordo molto bene la votazione al Parlamento davanti a mille birre e in compagnia del nostro Attila. Eravamo una ventina dei circa trenta membri del Comitato. A proposito: “Ciao Attilio e va remengo, ti podevi spetar un altro fiantin prima de ‘ndar !!!

doc_dk_TDS18

Ormai vivo e risiedo a Cannaregio da due anni. Quest’anno il Dottor Caburlotto, centenario Capo Sestiere dei verdi, non ha potuto fare a meno del mio talento. Ieri sera ho svolto il mio primo allenamento a Cannaregio con Cannaregio. Se ci penso è una cosa pazzesca. Ero emozionato ma la cosa più bella è stata entrare in palestra e incontrare alcuni amici: Chris è il coach, Cabu è il Capo Sestiere. Poi ci sono Skansi, Pippo Giacometti, Mazza e Friz, un po’ di giovani, Alessandro Ragazzi, Paina, Pippo Contin, Marco Rosada e Nic Scarpa, Toffy e il Turco… In effetti non è stato poi così drammatico segnare qualche jumper in compagni dei miei amici. Cambia il colore, cambia il Sestiere ma la sostanza sarà sempre la stessa.
RISPETTATE IL REGOLAMENTO E VIVETE QUESTO TORNEO CON IL GIUSTO SPIRITO E LA CORRETTA GRADAZIONE E IDRATAZIONE – vi aspetto tutti al BarSao edizione 2k18

DK