TdS2016 in archivio

TdS2016_finaliste_lo

LIDO e DORSOSURO prima della finale

Con straordinario anticipo rispetto al passato, la pratica TdS 2016 sta per essere archiviata definitivamente. Nella sezione Albo d’Oro del sito troverete gli scatti di Giovanni Bevilacqua con i vincitori di quest’anno. A breve verrà inserita anche una ricca selezione nella sezione foto 2016.

Alcuni di noi pensavano che riproiettare “Passi”, a distanza di dieci anni, potesse essere una inutile forzatura ma vedere tanti volti commossi di fronte alle immagini dei campetti dei patronati veneziani e, ancor più, a quelle non ancora HD del TdS2006, ci ha fatto capire che abbiamo fatto la scelta giusta. Il breve servizio RAI, scovato dall’amico Carlo d’Alpaos nelle teche di Palazzo Labia, è stata una chicca degna della prima serie di “Sfide”. Potenza degli archivi e merito di chi si adopera per conservare la memoria.

Sabato al Pattinodromo, c’era senz’altro qualcuno presente anche in quella lontana estate del ’72, ma mai ci saremmo aspettati di vedere Stefano Gorghetto per la prima volta al nostro TdS. Mentre scorrevano le immagini in bianco e nero del servizio curato da Ferruccio Gard, volto nazional-popolare del mitico 90° minuto, l’ex azzurro e granata (sì, avete letto bene: granata) si è rivolto con stupore a Omar Ferro: “Ma queo so mi !?!”. Stefano era venuto semplicemente per assistere al torneo, totalmente ignaro delle immagini che lo immortalavano insieme a un inedito John Fultz, detto Kociss, eccezionalmente in maglia Splugen Reyer Venezia, e al grandissimo Steve Hawes su quello stesso campo dove, più di quarant’anni dopo, giocano dei ragazzini comprensibilmente inconsapevoli del privilegio che stanno vivendo.

La serata è volata via senza intoppi per terminare all’alba come aveva profetizzato Paina. Certo che per lui è facile fare l’oracolo,quando decide i ritmi e tempi dalla sua consolle come il Mago di Oz. L’importante è che non profetizzi After Hour di domenica mattina stile Ibiza.

Ho recentemente appreso dell’amara delusione dell’amico Pelle per l’annucio della chiusura di Dai&Vai, apparso sul Xe’ finia 2016. Lui è uno dei pochi nostri accaniti lettori nonchè seguace di questo blog; uno di quelli che non si accomodano in tribuna senza la propria copia cartacea della fanza. Per questo non deve sentirsi “capra”. Anzi sono sicuro che sarà tra quelli che conserveranno la stampa di sabato 9 luglio 2016, o per lo meno, andranno ogni tanto a rileggersi le vecchie fanzine sulla sezione Dal Campo del sito.

Per loro, quest’anno la redazione ha fatto notevoli sforzi. Non è semplice scrivere testi per gli spettatori del TdS e allo stesso tempo organizzare, allestire, montare, smontare o giocare con la dovuta concentrazione e, perchè no, l’ambizione di alzare il trofeo come fanno Nanni e Alberto. Abbiamo provato a farvi viaggiare con il Poltronauta, splendida penna, già protagonista di una puntata dalla prestigiosa trasmissione Pascal di RaiRadio2 (ma che ve lo scrivo a fare !?!). Abbiamo proposto un inedito Emilio Greco, quello più genuino ed emozionante, meno “social network” ma che piace di più ai radical chic come noi del comitato.

Ecco il nostro tradizionale impegno non è venuto meno ma questa volta dobbiamo arrenderci all’evidenza dei fatti, testimoniata da queste due foto con cui archiviamo la XIIa edizione del TdS e l’esperienza di Dai&Vai.

sr

 

Continua a leggere

Annunci

Parlano di Noi

Un nostro tifoso ci ha tempestivamente segnalato che ieri nell’articolo dedicato al basket mercato di Serie C si parlava del TdS.

RASS

Nuova Venezia 11 luglio 2016

LIDO – DORSODURO 65-49

IMG_2170

LIDO: Masutti, Rosada S. 2, Cosma 4, Capitanio, Rosada M. 3, Murazzi, Cardani 1, Ragazzi A. 2, Marcon 23, Costantini 2, Saoner 8, Ragazzi G. 13. all.ri Seno Marco e Giulietti Matteo

DORSODURO: Panaccione 8, Zanetti, Guerzoni, Valentini 2, Carrettin, Crivellari 7, Conz, Burigana 6, Vianello 14, Indri, Vavassori 4, Zavagno 10. All.re Mario Guerrasio e Christian Andreutto

Arbitri: Matteo Vianello, Daniele Maniero e Diego Secchieri

SEMIFINALI

DORSODURO – S. CROCE/S. POLO 46 – 42

DORSODURO: Panaccione 18, Zanetti, Valentini, Guerzoni, Burigana 3, Conz, Crivellari 9, Vianello 1, Carrettin, Indri, Vavassori 4, Zavagno 11.

All: M. Guerrasio/C. Andreutto

S. CROCE/S. POLO: Dal Borgo, Costa 8, De Rossi 10, Burigana 4, Pistolato 3, Casagrande 4, Milan 1, Muner, Freguja, Sartor, Lenti Ceo 12.

All: S. Grassetti, V. All: G. Costa

Arbitri: Secchieri, Maniero

LIDO – CASTELLO 59 – 47

LIDO: Masutti, Rosada S. 2, Cosma 8, Rosada M. 8, Capitanio, Cardani, Murazzi, Ragazzi A. 4, Marcon 13, Costantini 2, Saoner 9, Ragazzi G. 13.

All: M. Seno, V. All: M. Giulietti

CASTELLO: Perricone 4, Caruso, Donadon 2, Contin 6, Franceschet 11, Camin, Pacchiani 7, Venturini, Lo Duca, Vianello G. 10, Vianello N. 7, Silvestri.

All: A. Farisato, V. All: A. Bettera

Arbitri: Peguri, Vianello

Per una volta saremo brevissimi e seri. Fin dall’inizio. L’unica cosa che vogliamo dire è che il rispetto verso le due squadre uscite sconfitte dalle semifinali è dovuto e altissimo. S. Croce/S. Polo e Castello hanno regalato ai nostri spettatori una delle serate cestisticamente più spettacolari della storia dei Sestieri. Ammettiamolo: 2 favorite c’erano e 2 favorite sono arrivate all’ultimo atto. Ma è il come a rendere speciale la loro impresa e a regalare una standing ovation alle avversarie.

Coach Grassetti prepara il match perfetto, imbrigliando fin dalla prima azione una Dorsoduro apparsa fin lì macchina da corsa inarrestabile. Grazie alle ottime percentuali al tiro poi, i grigi riescono non solo a resistere, ma a scappare e costruire un cospicuo vantaggio. L’intervallo serve ai canarini per ritrovare l’energia fisica e soprattutto mentale. La difesa dei ragazzi di coach Guerrasio torna la solita linea Maginot e un Panaccione travolgente permette una rimonta che nulla toglie a Muner e compagni.

Nel secondo match invece la sorpresa non c’è stata. E non parliamo del fatto che il Lido abbia vinto da favorita annunciata. No. Intendiamo che la partita giocata dagli Arsenalotti è quella a cui ci hanno abituato nel corso degli anni. Una partita di classe e carattere, dove chiunque, anche i protagonisti più impensabili, riescono a portare il loro contributo alla causa. Che alla fine siano i ragazzi di Sao a conquistare, grazie al loro immenso talento, una meritatissima finale, non sminuisce l’ennesima lezione di umiltà e coesione che ci hanno impartito i ragazzi di LeleJ.

SCRIVONO DI NOI

Onorati di proporvi un altro racconto de Il Poltronauta, quest’anno siamo riusciti a fare qualcosa di più: il viaggiatore immobile si è spinto fino al Pattinodromo per capire meglio cosa siamo. Buona lettura

Picture 2016-07-08 14_00_27

Nel 2005, mentre un tale Mario Boni, all’epoca un atletico quarantaduenne, riportava la Virtus Bologna in serie A, partiva al Lido di Venezia la prima edizione del Torneo dei Sestieri.

Al solito sempre sul pezzo, 11 anni dopo ho pensato di andare a vedere di cosa si trattasse, visto che pure quest’estate i mattacchioni del comitato promotore avevano avuto l’ardire di organizzare questo circo ancora una volta. Per fare lo snob mi dico che la scusa ufficiale per lasciare la mia amata poltrona è il maxischermo dove verrà proiettato l’ottavo di Euro 2016 Germania – Italia, ma è davvero una scusa.

Arrivo al Lido dopo le 8 di sera, la temperatura è quella di “Morte a Venezia”, quella simpatica afa che ti abbraccia come una ragnatela e ti rallenta i movimenti, difficile pensare che ci siano una ventina di baskettari pronti a sfidarla giocando quattro quarti su di un campo all’aperto. SEGUI IL RACCONTO QUI

 

Così Ieri…

LIDO – CASTELLO 62 – 54

LIDO: Masutti, Rosada S., Cosma 4, Rosada M. 1, Capitanio 3, Murazzi, Ragazzi A. 4, Marcon 17, Costantini 8, Saoner 7, Ragazzi G. 18.    All: M. Seno

CASTELLO: Perricone 8, Caruso, Donadon, Contin 5, Franceschet 16, Camin, Pacchiani, Venturini, Lo Duca, Vianello G. 6, Vianello N. 15, Silvestri 4.   All: A. Bettera, V. All: A. Farisato

Arbitri: Peguri, Maniero

 

CANNAREGIO – S.CROCE/S. POLO  40 – 50

CANNAREGIO: Vianello, Mungai, Mazzarolo, Pilla 4, Scarpa 6, Frison 11, Caburlotto, Nardo 9, Pedron, Skansi, Zorat 10.   All: E. Greco, V. All: A. Costantini

S. CROCE/S. POLO: Dal Borgo, Costa, De Rossi 10, Burigana 7, Pistolato, Casagrande 6, Milan, Muner 6, Freguja, Sartor 9, Lenti Ceo 12.   All: S. Grassetti, V. All: G. Costa

Arbitri: Secchieri, Folin