COSì IERI… LUNEDì

SCroce

S. CROCE/S. POLO – S. MARCO/MURANO  47 – 54

S. CROCE/S. POLO: Burigana 4, Capitanio 1, Costa 3, De Rossi 4, Freguja, Lenti Ceo 7, Muner, Pasin 11, Pistolato, Sartor 9, Stefani, Tagliapietra 8.

All: J. Epis, V. All: G. Costa/C. Andreutto

 SAN MARCO/MURANO: Vianello 3, Perzolla 13, Fontanella 7, Todesco 6, Campagnol, Bettoni, Boscolo 3, Gerotto 2, Pedron 2, Carrettin 8, Pinzan 10.

 Arbitri: Peguri, Panagiotis

 Dai: quest’anno DEVI venire! È il miglior Torneo estivo del Mondo! Ti divertirai!”. Finalmente ho convinto un mio caro amico di Mestre a venire ad assaggiare un po’ di atmosfera sestierina. Appuntamento ore 19 a P. Roma per breve aperitivo e viaggio verso il Lido. Mentre aspetto…Piove! Rabbia! L’Olivi non è certo il Pattinodromo… Speriamo almeno portino le birre fresche… Arriviamo e le tribune sono mezze vuote. Primo sorriso di scherno… Tutto qua? Inizia il match e l’Impero di certo non mi aiuta: pronti via e svantaggio in doppia cifra. Con facce che promettono poco. Intervallo: Certo che il livello è quello che è… Riprende il gioco… Bomba di Pinzan e da lì il delirio… Cerco Luca e lo vedo saltare, imprecare, disperarsi mentre si rovescia una birra addosso senza nemmeno accorgersene. Ah…Viene pure oggi!

Credo ci facciano pure un film su quella finale. Ungheria – Germania Ovest, ultimo atto dei Mondiali di Svizzera ’54. L’Ungheria era QUELLA Ungheria, la Germania non ancora QUESTA Germania. Primo Tempo 2-0 per i magiari. Facile. Intervallo. Bat-Caverna e i teutonici escono come bestie assatanate. C’è chi dice pure con la bava alla bocca. Finale 3-2 in rimonta, inizio della favola tedesca e fine per quella di Puskas e compagni. In molti ritengono che il doping professionistico sia iniziato lì, in quei 15 minuti che così tanto cambiarono la Storia del calcio. Noi ci fidiamo di Regalini e Ferro e sappiamo che non arriverebbero mai a tanto, ma, specie fra gli spettatori più esperti, qualche battuta è scappata. Cosa sia successo in quei 15′ non lo sapremo mai.

 

LidoCastello

LIDO – CASTELLO 60 – 66

 LIDO: Ragazzi G. 8, Rosada S., Cosma, Rosada M. 11, Giulietti, Cardani 12, Murazzi 1, Stefani 5, Marcon 9, Ragazzi A., Saoner 10, Costantini 4.

All: A. Ragazzi,

 CASTELLO: Marascalchi 5, Perricone 3, Rosa 10, Contin, Pagan, Pacchiani 4, Leyba Marine 21, Camin, Franceschet 2, Marella, Vianello 19, Venturini 2.

All: A. Bettera, V. All: A. Farisato

 Arbitri: Zennaro, Trevisan

 Dieci anni non sono un tempo lungo se rapportato alla storia dell’Uomo o del Mondo, ma per un piccolo Torneo estivo come il nostro rappresentano se non un traguardo, almeno un punto dal quale si possono iniziare a trarre delle conclusioni. Perché siamo durati così a lungo? La scienza parla chiaro: qualsiasi tipo di Ecosistema necessita di equilibri precisi e sottilissimi per poter sopravvivere e durare nel tempo. Questo tipo di equilibrio è dato dal corretto rapporto fra tutti gli organismi che compongono tale sistema. E questi rapporti formano la Catena Alimentare. Ora, chiunque si fosse accomodato ieri sera sule ospitali tribune dell’Olivi per ripararsi da un antipatico acquazzone estivo avrebbe potuto capire chi, almeno per 40′, fosse l’ultimo e più grande anello di quella catena.

In molti si chiedevano chi avrebbe favorito fra le 2 squadre il trasferimento al chiuso causa maltempo. L’inizio del match, con i giovani ragazzi di Ragazzi fra cui Ragazzi liberi di galoppare su un terreno più agevole, sembrava togliere i dubbi a molti. Poi però il ritmo della partita è rallentato e a salire di colpi in maniera decisiva è stata l’intensità. E qui, le carte si son rimescolate non poco. Leyba Marine, 21 punti e VENTISETTE rimbalzi, ha potuto giocare il suo basket e appena il Lido ha deciso di raddoppiarlo per arrestare l’emorragia, ha iniziato a bere dall’idrante di Vianello e Rosa. La zona di coach Bettera, con area intasatissima e una discreta pressione sugli esterni ha fatto il resto, togliendo definitivamente ritmo ai ragazzi in blu.

 

COSì IERI… DOMENCIA

Castello

 

DD

CASTELLO – DORSODURO 46 – 51

CASTELLO: Perricone 3, Rosa 6 , Contin 8, Pacchiani 6, Leyba Marine 11, Camin, Franceschet 2, Marella, Vianello 8, Venturini 2.

All: A. Bettera, V. All: A. Farisato

DORSODURO: Farnea 3, Panaccione 4, Valentini, Burigana 7, Guerrasio 4, Conz 8, Vianello 6, Zanetti, Maggiolo 2, Sandi 6, Crivellari 5, Zavagno 6.

All: N. Zanchi, V. All: F. Bonaldi

Arbitri: Scarpa, Zennaro

 

Mi capita sempre più spesso… Dopo aver visto la stessa cosa per così tanti anni finisci anche per stufarti e fatichi a ritrovare sorpresa e piacere dove, fino a poco tempo prima, sembrava essercene a pacchi. Credo sia nell’ordine naturale delle cose. Non è colpa di nessuno. Succede e basta. A me è successo questo inverno. Durante il Carnevale della nostra amata città. Una noia che mai prima avevo provato. Ho resistito fino al Sabato. Poi sono partito. Verso Ivrea: una cosa da non credere! Fra via Arduino e Via Palestro ho visto la Battaglia delle Arancie. Pazzi! Non riesco a trovare altra definizione… Pazzi! Uomini, donne, bambini, che si scaraventano addosso agrumi come fossero proiettili, dimenticando per qualche ora amici, parenti e affetti vari. Un buon antidoto contro la noia…

Ivrea e il suo Carnevale. Questo mi è venuto in mente guardando la partita iniziale dei Sestieri 2014. Certo, non c’erano le arance. Però ragazzi, di partite fisiche come questa credo si possa dire che se ne sono viste ben poche in Pattinodromo. Una battaglia. Basket poco. Lotta per il territorio molta. Chiaro: lo scontro fra Leyba Marine e Guerrasio era atteso da molti e non ha deluso, ma anche sugli esterni si è potuta ammirare un’intensità feroce. Alla fine l’ha spuntata Dorsoduro, grazie a un equilibrio di squadra leggermente migliore. Certo, l’assenza di ben 2 playmaker (Marascalchi e Pagan) ha penalizzato non poco coach Bettera, ma i giovanissimi canarini hanno confermato che per la corsa al Trofeo bisognerà fare i conti anche con loro.

 

Cannaregio

 

SanMarco

CANNAREGIO – SAN MARCO/MURANO 61 – 43

 

CANNAREGIO: Boscolo 5, Mazzarolo 3, Frison 7, Carlotto, Pilla 13, Battistin 4, Scarpa 4, Caburlottone, Tomassetti 5, Nardo 8, Tagliapietra 12, Zago.

All: L. Skansi, V. All: D. Giangaspero

SAN MARCO/MURANO: Vianello, Perzolla 17, Fontanella 3, Todesco 1, Campagnol, Bettoni, Boscolo 2, Gerotto 3, Pedron 5, Carrettin 8, Pinzan 3.

All: U. Regalini, V. All: M. Ballarin

Arbitri: Peguri, Causin

 

Non so perché funziona così, ma è così. Arrendetevi. Se per caso vi dovesse capitare di avere una relazione con un/una psicologa, il vostro interesse per la materia decollerà improvvisamente. E non ditemi che capita sempre così, perché l’amore è condivisione o stupidate del genere, che io di donne incuriosite da un carburatore perché innamorate di un meccanico non ne conosco. No, non è per quello. Dev’essere invece un meccanismo di autodifesa che scatta improvviso: temi di essere psicanalizzato e quindi ti informi, per cercare di prevenire prima di dover essere costretto a curare. Va beh… Non ne conosco il motivo… Non sono mica uno psicologo io.. Però è così! Quindi credo di potermi avventurare. Io scrivo quel che credo di aver visto, poi ci sarà qualcuno più titolato di me a potermi correggere…

La vita di ciascuno di noi si esprime attraverso varie identità, affettive, sociali, ecc.. Ogni ruolo che ricopriamo nella società (marito, amico, impiegato, dirigente…) corrisponde a una microidentità. La somma dei tutte le microidentità forma la nostra Identità Esistenziale. Fino a oggi l’Identità Esistenziale di San Marco/Murano era il Male, quello che, nonostante tutto, c’è e ci sarà sempre. Più forte di tutto e tutti. Spiace dirlo, ma ieri sembra essersi palesata una Crisi di questa Identità. La disperata ricerca di talento per poter competere sempre di più nel Torneo ha si migliorato le qualità della squadra, ma ha forse fatto perdere quel carattere che la rendeva se stessa. Nulla di grave. Patologia curabilissima se presa per tempo. Di Cannaregio parleremo in altri momenti.

 

 

I SESTIERI E LA STAMPA

stampa
I Sestieri fin dalla  prima edizione  sono sempre stati seguiti con interesse e simpatia dalle testate piu’ lette della nostra citta’ .

Lorenzo Mayer del Gazzettino  fin da subito, nel 2005, ha sempre presentato il torneo in tutti i suoi aspetti, sia sportivi che di costume amplificando  l’interesse  con cui gli sportivi veneziani hanno seguito ed amato l’importante evento estivo.

Simone Bianchi  e Michele Contessa della Nuova Venezia in questi 10 anni di manifestazioni, hanno fatto apprezzare e benvolere la nostra  dilettantistica organizzazione comunicando alla vasta platea di appassionati un basket vicinissimo al cuore dei veneziani perché espressione  di storia e dei propri  giovani.

In queste ultime edizioni abbiamo avuto anche il piacere di leggere sul Corriere Veneto dei nostri eventi grazie a  Serena Lucchesi Spinazzi  e sul settimanale Gente Veneta approfondimenti su aspetti di carattere sociale d’ integrazione ed aggregazione in particolare per la presenza di squadre straniere  presenti nell’ internazionale master.

Alessandro Rizzardini  giornalista  fotografo e scrittore della testata sportiva VESPORT, esageratamente in conflitto di interessi con il torneodeisestieri, ci ha proposto con costante  continuità nel venezianissimo sito dove tutti immancabilmente  seguiamo gli sport  di vertice e di base ,spesso con immagini che parlano da sole.

Un benvenuto caloroso tra i nostri amici, ma non è una novità, al venezianissimo  Giacomo Garbisa , giornalista al Gazzettino. L’ avevamo apprezzato a  30DISPORT  e su Leggo. Sensibile verso la nostra “piccola” e poco patinata famiglia non manca di consigliarci per sostenere la bandiera della “periferica” pallacanestro lagunare

Enrico Schiavina e  Alberto Minazzi non hanno fatto passare sotto silenzio uno forzo organizzativo la cui costanza, nel regno dei fallimenti sportivi, sorprende anche noi.

BOX--garbisa-1Giacomo Garbisa -Il Gazzettino 16 Giugno 2014
foto rizzardini
Alessandro Rizzardini -VE SPORT 27 giugno 2014
BOX--Lorenzo-majer
Lorenzo Majer -Il Gazzettino 7 Luglio 2014
BOX--Simone-Bianchi
Simone Bianchi – La Nuova Venezia  13  Luglio 2014
GENTE-VENETA-2014
Serena Lucchesi Spinazzi – Gente Veneta 19 Luglio 2014

…E CACCIARI (Zappalorto) SIA!

 

Zappalorto

Pensavate davvero che Santa Croce/San Polo avesse sospeso una delle tradizioni più longeve del Torneo, per una subdola diffamazione da parte di un componente di Dorsoduro?

Pensavate davvero che l’instabilità politica di Ca’ Farsetti avrebbe messo i bastoni tra le ruote al più glorioso degli scontri pre-Sestieri?

Naturalmente vi sbagliavate: secondo i migliori pronostici, proprio ieri sera e proprio nella più classica location dell’Umberto I° (sestiere neutro), il “Trofeo Cacciari”, per buon auspicio dedicato al neo-Commissario Zappalorto, ha avuto luogo. E sempre secondo i migliori pronostici, ad imporsi è stata la compagine canarina.

Che dire del “Cacciari”, dopo tanti anni? A noi piace perché è un cliché, una certezza; è come quel film che vedi, rivedi, e vuoi ancora rivedere anche se sai benissimo come va a finire.

Santa Croce/San Polo, come da tradizione, non schiera le torri, oltre a mezza squadra; vincere il trofeo sarebbe un rischio troppo grosso, la càbala in passato ha sempre dato ragione ai soccombenti dell’agone pre-torneo, e i coaches non han voluto rischiare.

Dorsoduro, sestiere nobile e ligio agli obblighi, porta la formazione quasi al completo, domina sotto le plance con Marione in tripla cifra alla voce falli subiti, e vince di poche lunghezze la gara.

Però, però:

– Si segnala l’assenza contemporanea dei due Capisestiere: tuttavia, in rappresentanza del buon Muner, impossibilitato per ragioni logistiche, c’è il Caposestiere in pectore Don King (per anni detentore dell’ambitissima carica) sulle tribune. Per il Conte, invece, nessun mandatario. Tirata di orecchie.

– A differenza delle scorse edizioni, anche il “Cacciari” fa proseliti, e le tribune della palestra iniziano a riempirsi: si contano BEN 5 SPETTATORI. È naturalmente record.

– SX/SP è sembrata davvero tonica: una schiera di giovani pronti a sputare sangue e grande intensità per tutto l’arco della gara, uno staff tecnico molto determinato, e qualche pennellata di classe. Stay tuned, che poi tornano tutti gli altri…

– DD quest’anno non tace, quest’anno si palesa: è forte, e basta; ha una panchina lunga, lunghissima, e basta; ha gioco, talento, centimetri; ha un allenatore che ci crede tanto quanto i giocatori. E poi ha uno scorer che già si allena col nuovo programmino per le statistiche. Come non temerli?

Sì, magari non capirete, ma per noi il “Cacciari” è la chiamata ufficiale. È l’evento che ci fa capire che ci siamo, che manca poco, pochissimo, e si aprono le danze. Un po’ come la mamma che chiama «è prontooooo» e si apre già lo stomaco. Noi siamo affamatissimi, e domenica sembra ancora lontana. Chissà che corra ‘sto tempo…

GC Jr.

NUOVO REGOLAMENTO GARA TIRO DA 3

Foot+Locker+Three+Point+Contest+2013+OpFzbVbz6BKlIMPORTANTE!!!
Da quest’anno la “Gara del Tiro da 3” si svolgerà durante TUTTA LA SETTIMANA e non soltanto nel weekend delle semifinali. E’ fondamentale che TUTTI i giocatori che vogliano partecipare si iscrivano il prima possibile (è gia possibile farlo ora) oppure domenica all’apertura del Torneo! L’iscrizione è sempre di 5€ maglietta inclusa!
Le modalità di svolgimento saranno quest’anno in 2 fasi, la prima di eliminatorie dove i tiratori si scontreranno negli intervalli delle partite del girone, 12 alla volta (24 al giorno), nei giorni di Domenica, Lunedì, Martedì e Giovedì (Mercoledì in caso di pioggia). I migliori 32 passano alla seconda fase, con scontri testa-a-testa per accedere alla finalissima.

Qui sotto trovate il Manifesto/Regolamento completo e dettagliato in download!
Regolamento_GaraTiroDa3
Regolamento_GaraTiroDa3

Per le iscrizioni potete contattare direttamente Alessandro Ragazzi:
Tel.: 3402850928 (sms o whatsapp o chiamata)
Facebook: Ale Ragazzi
Mail: aleragazzi@me.com

Premio “Paolo Zanon”

paolo_outline

L’ A.S.D. TORNEODEISESTIERI di Venezia, in occasione della decima edizione del seguitissimo torneo cittadino di pallacanestro, che si terrà dal 20 al 26 Luglio 2014, intende ricordare la figura sportiva del veneziano Paolo Zanon, indimenticato arbitro internazionale, istituendo un premio dedicato alla sua memoria da assegnare annualmente ad un

 promettente arbitro italiano.

Paolo, apprezzato arbitro ma soprattutto sportivo a 360 gradi, sin dalla prima edizione ha ininterrottamente presenziato alla manifestazione al mitico campo delle Quattro Fontane al Lido di Venezia, teatro stabile dell’evento. Nell’edizione 2009 ha ripreso eccezionalmente il fischietto con gli inseparabili amici Stefano Cazzaro e Tommaso Bollettini gratificando l’organizzazione e gli atleti per l’inarrivabile inaspettata terna.
Orgogliosi di questa amicizia, gli sportivi veneziani dei Sestieri ricambiano con questo premio istituito nel suo sempre vivo ricordo.
Il premio, rappresentato in un trofeo in vetro artigianale di Murano, realizzato per l’occasione dai maestri muranesi della vetreria artistica RAGAZZI, verrà consegnato il giorno della finale del torneo al vincitore, che avrà l’onore di arbitrare con un top referee quale Stefano Cazzaro, membro della Hall of Fame della Pallacanestro Italiana.

Picture 2014-07-10 22_13_41

 

Un Canestro sul Canalazzo

torneosestieri2014 1
Un vero canestro a bordo dell’acqua ed un tramonto sul Canal Grande sono stati, venerdì scorso, l’istantanea d’apertura della festa di presentazione della 10ma edizione del Torneo dei Sestieri, in programma quest’anno dal 20 al 27 luglio nella confermatissima location del Pattinodromo “4 fontane” del Lido di Venezia.
L’ormai celebre manifestazione estiva di pallacanestro cittadina ha deciso di presentarsi nella scenografica cornice dell’F30, locale adiacente alla Ferrovia noto per le serate musicali ed abilmente convertito, nell’occasione, a pista (esterna) da ballo e pallacanestro da parte dei componenti del Comitato Torneo dei Sestieri, al lavoro fin dalle luci dell’alba.
torneosestieri 2014 2  SONY DSC
 La decima edizione del TdS, che rappresenta un fondamentale punto di partenza e non solamente un obiettivo raggiunto, porta in seno grandi conferme ed esaltanti novità.
La conferma più importante è sicuramente la vincente formula del torneo, con due gironi e successivi spareggi, semifinali e finalissima: la prima fase vedrà sfidarsi da una parte i sestieri di Dorsoduro, Castello e Lido (girone “Sorzi”), mentre dall’altra Cannaregio, San Marco/Murano e Santa Croce/San Polo (girone “Pantegane”). Palla a due domenica 20 alle ore 20.00 con Dorsoduro-Castello, e a seguire Cannaregio-S.Marco/Murano.
Tra le novità della decima edizione, invece, è da segnalare una radicale modifica della gara del tiro da 3 punti, che permetterà a quasi 100 persone di partecipare alla competizione lungo tutto l’arco della manifestazione (iscrizioni aperte dal primo giorno di torneo), fino all’ultimo scontro durante l’intervallo della finalissima.
Durante la serata di venerdì sono poi state presentate alcune novità della decima edizione: la nuova formula della gare del tiro da 3 punti intitolata a Gigi Stefanutti, il premio fotografico in memoria di Leonardo Costa, mancato un anno fa, e il premio “Paolo Zanon”che verrà assegnato ad un promettente arbitro italiano in ricordo del grande arbitro internazionale che ci ha lasciato lo scorso agosto.
E ancora, spazio alla pallacanestro femminile nelle giornate di venerdì 25 e sabato 26, in orario precedente alle partite serali, ed un’intera giornata dedicata ai giovanissimi, con il torneo minibasket che mercoledì 23 porterà in campo le future promesse di ogni sestiere, militanti nelle società del centro storico.
IMG_3334
La festa di venerdì è apparso solo il preludio di quella che ha tutte le credenziali per essere una decima edizione al di sopra di ogni aspettativa; tra musica, balli, buffet e qualche tiro a canestro “in anticipo”, è stato coinvolto il pubblico di ogni fascia di età. Prima e forse unica volta in cui, grazie allo sforzo del Comitato TdS, un canestro riesce a stagliarsi ai bordi di una fondamenta veneziana, a pochi passi dal ponte della Costituzione, proprio di fronte a Piazzale Roma, punto di allaccio con il mondo “non isolano”. Un segnale, forse voluto, di grande rinascita della pallacanestro lagunare.

 

ROSTERS

DORSODURO

Nicolò Zavagno

Nicolò Vianello

Simone Conz

Anrdrea Maggiolo

Mario Guerrasio

Marco Sandi

Alberto Valentini

Matteo Farnea

Sebastiano Crivellari

Giulio Burigana

Giacomo Zanetti

Orso Panaccione

All: Nicola Zanchi, V. All: F. Bonaldi, Accompagnatore: A. Zorzi, Scorer: J. Indri

 

LIDO

Giulio Saoner

Marco Rosada

Simone Rosada

Alvise Cardani

Alessandro Ragazzi

Yuri Sefani

Matteo Giulietti

Giovanni Ragazzi

Gianmarco Cosma

Claudio Costantini

Leonardo Marcon

Giacomo Murazzi

All: Alessandro Ragazzi, V. All: R. Saoner, Scorer: F. Forte

 

CASTELLO

Sebastiano Marascalchi

Gianpiero Rosa

Nicolò Vianello

Lorenzo Pagan

Gianluigi Venturini

Silvio Franceschet

Marco Perricone

Filippo Contin

Riccardo Pacchiani

Alvise Camin

Federico Marella

Juan Leyba Marine

All: Alessandro Bettera  V. All: A. Farisato

 

CANNAREGIO

Mattia Battistin

Massimiliano Zago

Jacopo Pilla

Enrico Tagliapietra

Roberto Tomasetti

Giulio Nardo

Federico Frison

Alvise Caburlotto

Nicolò Scarpa

Filippo Boscolo

Federico Mazzarolo

Giacomo Carlotto

All: L. Skansi, V. All: D. Giangaspero

 

SAN MARCO/MURANO

Aldo Boscolo

Luca Pinzan

Mattia Passarella

Riccardo Todesco

Gregorio Fontanella

Andrea Perzolla

Tommaso Bettoni

Alessandro Carrettin

Matteo Orsi

Gianluca Vianello

Andrea Campagnol

Giacomo Gerotto

 

All: U. Regalini, V. All: M. Ballarin, Scorer: M. Fabrizi

 

SANTA CROCE/SAN POLO

Giacomo Capitanio

Lorenzo Muner

Jacopo Stefani

Kristian Sartor

Luca Lenti Ceo

Giovanni Costa

Marzio Burigana

Nicolò Dei Rossi

Giacomo Pistolato

Enrico Pasin

Elia Freguja

Marco Tagliapietra

All: Jacopo Epis, V. All: C. Andreutto/G. Costa

 

 

GIRONI E CALENDARIO

GIRONE “SORZI”

DORSODURO

LIDO

CASTELLO

 

GIRONE “PANTEGANE”

CANNAREGIO

SAN MARCO/MURANO

SANTA CROCE/SAN POLO

 

CALENDARIO

DOMENICA 20 LUGLIO

Ore 20.00 CASTELLO – DORSODURO (A)

Ore 21.30 CANNAREGIO – SAN MARCO/MURANO (B)

LUNEDì 21 LUGLIO

Ore 20.00 Perdente (B) – SANTA CROCE/S.POLO

Ore 21.30 Perdente (A) – LIDO

MARTEDì 22 LUGLIO

Ore 20.00 Vincente (A) – LIDO

Ore 21.30 Vincente (B) – SANTA CROCE/S.POLO

GIOVEDì 24 LUGLIO

Ore 20.00 2° GIRONE SORZI  – 3° GIRONE PANTEGANE (C)

Ore 21.30 2° GIRONE PANTEGANE – 3° GIRONE SORZI (D)

VENERDì 25 LUGLIO

Ore 20.00 Vincente (D) – 1° GIRONE SORZI

Ore 21.30 2° Vincente (C) – 1° GIRONE PANTEGANE 

SABATO 26 LUGLIO

Ore 21.00 FINALE