CONCORRENZA SLEALE

Immagine

Chi ci ha seguito in questi anni lo sa bene: di tutto ci si può accusare tranne che di essere degli allineati sfrenati. Faziosi, maldestri, polemici forse sì, ma allineati MAI! Però poi gli anni passano e le ferite per le sconfitte della vita si faticano a mascherare. Tu continui imperterrito per la tua strada, con le tue convinzioni, con i valori che ti hanno sempre trasmesso genitori, esperienze e studi, ma dopo un po’ la testa che sbatte contro quel muro comincia anche a farti un po’ male. E finisce che ti stufi anche. Magari non ti arrendi, non ti pieghi, non accetti. Ma ti stufi. E molli, almeno un po’. Allenti la presa. Se a tutti, o quasi, sembra andare bene così, beh, allora, che così sia! Se si crede che siano le leggi della televisione a stabilire quelle della convivenza, dei rapporti e della relazioni fra uomini, costi quel che costi, allora ciò sia. Se solidarietà, carità e uguaglianza devono essere solo pensierini natalizi da incartare e mettere sotto l’albero una volta ogni 12 mesi, OK, facciamo che ci sto pure io. E giochiamo tutti con queste regole.

Se però il sogno tipicamente giovanile dell’Anarchia deve essere accantonato perché spaventa alcuni e disturba i potentati, se si preferisce fissare delle regole che ingessino la situazione e impediscano di essere se stessi, con pregi e difetti, con diritti e responsabilità, poi non si può certo tornare indietro. O far finta che sia tutto un gioco, che si stava scherzando. Se Proudhon deve essere sepolto per sempre vorremmo che non continuasse a aleggiare sopra le nostre teste o anche solo sopra quelle di alcuni di noi. Tante regole, ma per tutti.

Quando si compete per qualcosa, e, come già detto, l’Anarchia è chiusa in un cassetto, la cosa peggiore che si possa venire a scoprire è che fra gli avversari ci sia chi architetta una Concorrenza Sleale. E quando ciò avviene ci sembra necessario denunciarlo in modo che tutti sappiano. Ed è ciò che vogliamo fare. Spiace per gli amici di S. Croce/S. Polo, da sempre atleti, dirigenti e tifosi impeccabili, generosi e corretti. Però stavolta sbagliano. E tutti devono saperlo.

Mancano 1 mese e 1 giorno all’inizio del Torneo, e in queste ore tutte le squadre si stanno organizzando per incontrarsi, contarsi, e prepararsi. Come ogni anno, la fine dei vari campionati ha stabilito il via ufficiale alle ostilità sestierine. Per tutti. O quasi. I grigi infatti se ne sono bellamente infischiati delle consuetudini, come se ciò che non è scritto su carta, ma che è ampiamente condiviso, non faccia giurisprudenza come e più di qualsiasi cavillo normativo. I grigi hanno deciso che no. E, silenziosamente, nascosti, all’oscuro, hanno iniziato ad allenarsi già da più di 15 giorni, convinti che noi non si sarebbe venuto a sapere. Sembra addirittura che una delle sedute di allenamento si sia tenuta in quel di Bussolengo (VR) dopo la gara 1 di Finale del campionato di Serie D a cui un celebre esponente del Sestiere Gemello aveva partecipato. Questo blog non è certo un tribunale e noi non siamo certo dei magistrati. Saranno i lettori, messi al corrente dei fatti, a stabilire se questa infrazione sia cosa grave o meno. Nel dubbio, noi una ripassata alle pagine del buon Bakunin andremo a farcela.

Peter Vecsey

Annunci

2 thoughts on “CONCORRENZA SLEALE

  1. A seguito della recente campagna diffamatoria effettuata con la diffusione di questo post – nel quale vengono mosse accuse infondate e sommarie, offensive nonché altamente lesive dell’immagine del Sestiere di San Polo/Santa Croce – al fine di tutelare il buon nome del Sestiere, la professionalità dei propri collaboratori e dei propri atleti con le relative famiglie – il Direttivo del Sestiere informa che si riserva la facoltà di intraprendere iniziative di natura legale atte a perseguire, nei termini di legge, quanti si ritenessero responsabili o partecipi, in qualsiasi forma, di tali illeciti.

    Viene inoltre disposta la sospensione cautelare del Trofeo Cacciari – in attesa di accertare le eventuali responsabilità.

    Cordiali saluti.

    Studio legale Longo&Ghedini

    • offro domiciliazione gratuita ai colleghi longo e ghedini per qualsiasi azione presso il competente foro di venezia a tutela del buon nome e della probità di s.croce san polo avv.chiara santi 7

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...